Magic fedeltà di Ravnica

Magic the Gathering: Rivali di Ravnica – Analisi mazzo Planeswalker “Dovin”

Come avrete capito da determinati articoli, parlare dei giochi di carte è diverso rispetto l’analisi di un comune videogioco. Se poi andiamo a trattare un vero e proprio gioco di carte Collezionabili, la situazione si fa particolarmente interessante. In questo tipo di giochi esistono una vagonata di carte utilizzabili, e non tutti si possono permettere di spendere soldi per costruire il mazzo più potente di tutti. Ci sono persone che si accontentano dei mazzi tematici pre-fatti, rilasciati soprattutto per andare incontro ai giocatori novizi. 

Grazie agli sviluppatori di Magic the Gathering, oggi vorrei dare un’occhiata ad uno dei mazzi tematici dell’ultima espansione di Magic the Gathering: Fedeltà di Ravnica. Oggi tratteremo il mazzo dedicato a Dovin, caratterizzato da magie blu e bianche.

Quando acquisterete il mazzo Planeswalker “Dovin” troverete le seguenti cose:

  • La carta Planeswalker olografica “Dovin, architetto della legge”. Ricordatevi che questa carta è esclusiva del mazzo. È possibile trovare “Dovin, gran giudice” all’interno delle buste di espansione. È una carta più economica rispetto a quella ceduta col mazzo in termini di spesa di mana… ma ha anche effetti estremamente differenti.
  • Un portamazzo in cartoncino (di bassa-media qualità) raffigurante il logo di Magic: the Gathering ed il personaggio Dovin Baan. Al suo interno troverete 59 carte che comporranno – assieme al Planeswalker – il mazzo base. Oltre a questo, troverete delle carte guida per imparare a giocare e due buste di espansione “Fedeltà di Ravnica”. Ciascuna di esse contiene circa 15 carte (per un totale di 60 + 30 carte).
  • Un codice per riscattare questo mazzo in Magic the Gathering Arena (rendendolo disponibile per il gioco online)
  • Un foglio per conoscere in parole povere il mazzo trattato e come funzionano le carte Planeswalker.

 

Magic the Gathering
Dovin Baan è un personaggio che ama la precisione e riconosce ogni imperfezione. Per lui, la stessa Ravnica va riparata.

Prima di iniziare a parlare del mazzo di Dovin, è giusto fare qualche premessa per tutti coloro che hanno iniziato recentemente a giocare a Magic: the Gathering. Non tutti, infatti, sono abituati ad usare i Planeswalker perché sono difficili da trovare (a meno che si acquisti un mazzo, come in questo caso). I Planeswalker sono personaggi importantissimi nella lore di Magic ed entrano nel campo di battaglia con le stesse caratteristiche di qualsiasi altra carta (spendendo, quindi, il costo di mana presente in alto a destra). Può essere giocato solo durante il proprio turno e, appena entra in campo, è già operativo. Ogni Planeswalker possiede un numero in basso a destra che indica i suoi “Segalini fedeltà (che potete considerare come la sua vita). Questa può aumentare o diminuire in base alle abilità utilizzate.

Ogni planeswalker possiede 3 abilità, che possono essere utilizzate durante il proprio turno. Solitamente la prima aumenta i segnalini fedeltà ed è anche la più debole. Man mano che si scende, si avrà a che fare con abilità più potenti… ma potrebbero togliere punti fedeltà al Planeswalker. Ricorda: ogni Planeswalker è un caso a parte, caratterizzato da poteri e limiti differenti.

Se il giocatore si trova contro una di queste carte, è buona idea fare piazza pulita velocemente. Per farlo, basta dichiarare i propri attaccanti nella fase di combattimento e selezionare il Planeswalker come bersaglio.

Quando si impara a giocare a Magic, è necessario capire quali colori tendono ad avere un approccio rapido o lento. Colori come il rosso ed il verde sono conosciuti per essere ottimi nelle prime fasi di gioco, mentre il nero ed il blu tendono a rivelare il massimo del loro potenziale verso la fine. Il mazzo Planeswalker “Dovin” segue l’ultimo approccio, proponendo al giocatore uno stile di combattimento lento ma ragionato, sempre sul “chi va là”.

Guardando le carte del mazzo non si può non notare la presenza di un buon approccio offensivo. Molte carte TAPpano le creature avversarie (impedendo loro di bloccare o attaccare) e molte creature cercano di essere sempre pronte ad attaccare sfruttando abilità come Volare e Cautela. Oltre a questo, si nota la presenza continua dell’abilità appendice, presente spesso tra gli istantanei. Per chi non lo sapesse, Appendice è un’abilità che potenzia gli effetti della carta solo se questa viene giocata durante la fase del proprietario.

Ovviamente in Magic the Gathering non basta attaccare il bersaglio per vincere. Il mazzo Planeswalker “Dovin” deve quindi cercare di dimostrarsi forte anche a livello difensivo. Purtroppo non è proprio così, e a seconda del mazzo avversario si potrebbero avere tanti grattacapi. Il mazzo Planeswalker “Dovin” ha bisogno di almeno 4 turni per ingranare, e molte carte richiedono una buona spesa di terre (sia come carta singola, sia per attivare combo). Se il giocatore avversario possiede un mazzo veloce preparatevi ad incassare tantissimi danni. Per ovviare a questo avrete assolutamente bisogno del Planeswalker Dovin, e sono presenti carte che aiutano a cercarlo sia nel mazzo, sia nel cimitero (con l’unica richiesta di aver tappato un nemico). Appena entra in campo, preparatevi ad usare la sua prima abilità. La possibilità di guadagnare punti vita e carte extra permette di recuperare i danni subiti nella prima fase di gioco. Nel mentre, avrete bisogno di una buona difesa per supportare Dovin.

Essendo un mazzo bianco-blu, non aspettatevi di entrare nel vivo dell’azione a inizio partita. Come detto prima, ha bisogno di quattro turni per iniziare a funzionare e, nel mentre, dovreste sperare di trovare sia isole, sia pianure. Questo significa che il mazzo Planeswalker “Dovin” darà soddisfazioni solo da un certo punto in poi. Come potenziarlo?

Magic: The Gathering Arena – gameplay tutorial

Noi di GameScore vi abbiamo parlato molte volte del gioco di carte di Magic… ma ad essere sinceri non ve lo abbiamo mai mostrato! Per colmare questa buffa lacuna, oggi vi proponiamo un gameplay del tutorial di "Magic: The Gathering Arena" – l'ultimo adattamento videoludico del gioco di carte -. All'interno del video scoprirete quali sono le meccaniche base, come gli istantanei, le terre oppure il concetto di TAPpare.Buona visione!

Pubblicato da GameScore su Domenica 3 febbraio 2019

Ovviamente i giocatori possono sostituire alcune carte con quelle trovate nelle buste di espansione per migliorare/peggiorare le combinazioni. Non sono un grande esperto del competitivo e – per questo – non sono in grado di darvi consigli eccezionali. Comunque sia, vorrei proporvi qualche carta che ho trovato nelle buste.

Uno dei problemi del mazzo è la difficoltà nel fermare – a inizio gioco – le magie avversarie. Certo, si possono tappare i nemici… ma questo non sempre è abbastanza. Se il mazzo nemico è in grado di mettere velocemente in gioco delle macchine da guerra la sconfitta è assicurata. La carta rara “assorbire” potrebbe tornare utile per colmare tale lacuna. Richiede l’utilizzo di due mana blu, ma in cambio neutralizza la magia avversaria e fa guadagnare 3 punti vita. Nella situazione giusta, può essere un ottimo modo per rallentare l’avanzata dei mazzi veloci e, allo stesso tempo, recuperare qualche danno!

Un’altra carta utile è “Poteri di emergenza”. Questa carta mitica richiede al giocatore di spendere molto mana, ma permette di riutilizzare il cimitero. Questo permetterebbe al giocatore di sfruttare meglio le carte con Appendice dato che potranno ritornare nelle mani del giocatore. Dato che questo effetto viene condiviso con l’avversario, potrebbe rivelarsi un’arma a doppio taglio. Una carta situazionale che, nelle mani giuste, si rivelerà eccezionale.

Magic fedeltà di Ravnica
Ecco a voi la scatola “spacchettata”. Rispetto ai mazzi delle espansioni precedenti, devo ammettere che il team di sviluppo ha trovato il modo di renderle interessanti a tutti i giocatori grazie alla presenza di “carte esclusive”

Direi che possiamo concludere questa analisi. Il mazzo Planeswalker “Dovin” si rivela interessante ma molto difficile da padroneggiare. Dato che ingrana lentamente lo rende fragile in uno scontro singolo, ma in doppio riesce a rivelarsi più efficace. Comunque sia se il giocatore riesce ad avere un buon numero di terre in gioco, il mazzo riuscirà a dare tante soddisfazioni. Consiglio l’acquisto di questo mazzo? In realtà no. Per quanto riguarda la mia esperienza da giocatore ho sempre trovato la combinazione bianco-blu particolarmente fragile, ma se amate le lotte in doppio questo mazzo potrebbe dire la sua. Il mazzo Planeswalker “Dovin” è un mazzo difficile e poco adatto ai novizi, e non è facile spremerlo per bene. Comunque sia, nelle mani giuste (e con le modifiche opportune) potrebbe rivelarsi interessante.

Caporedattore