Green Game: TimeSwapper – Recensione

Quando la Switch ha debuttato abbiamo capito tutti che questa nuova console aveva un potenziale enorme. Per metà portatile, per metà fissa e con uno schermo touch screen è una meraviglia tecnologica che si piazza in una posizione molto alta. E difatti il pubblico ha reagito positivamente regalando grandi numeri a Nintendo.

Vista questa vocazione da ibrida, molti giochi nati principalmente su smartphone hanno trovato la loro casa ideale con la piccola di made in Kyoto, un habitat naturale dove adattarsi al meglio.

green game
Green… obviously green!

Alcuni di questi giochi erano già usciti per PC o altre console ma, molti di essi, vista la loro nascita su dispositivi touch, sono stati abbattuti dalla critica visti i comandi a dir poco sacrificati. Non è da meno questo Green Game: TimeSwapper, creatura della software house polacca iFun4all, uscito nel 2016 su Steam e stroncato da pubblico e critica. Ma tutto può rinascere e proprio come una piccola araba fenice, questo gioco arriva su Switch stupendo per l’immediatezza e l’idea alla base del gioco. Ben vengano questi giochi “da cellulare” sulla nostra console, possiamo sfruttarli durante la pausa lavoro, quando abbiamo giusto quei 5 minuti di tempo libero o semplicemente per rilassarci e staccare da giochi molto più impegnativi.

Manipoliamo il tempo e… voliamo!

Green Game: TimeSwapper è un brillante puzzle game basato tutto sulla fisica e la manipolazione del tempo. Dovremo aiutare un piccolo uccello meccanico a superare i livelli arrivando sano e salvo a destinazione cercando di raccogliere degli ingranaggi, tre per ogni livello. Per far si che ciò avvenga, tramite il touch screen, dovremo manovrare il fascio di luce verde emesso da una fessura sul soffitto che a seconda del suo movimento attiverà dei generatori di vapore che modificheranno il volo.

green game
I generatori di vapore ci daranno del filo da torcere…

Ovviamente man mano che si sale di livello aumenteranno anche le difficoltà mettendoci di fronte ad ostacoli sempre più ingegnosi, a generatori di vapore che modificheranno completamente la nostra traiettoria o semplicemente a ingranaggi posizionati in luoghi impervi. Ovviamente prendendo tutti e tre gli ingranaggi darete vita ad un punteggio perfetto cosa che non avverrà se ne prenderete di meno, una manna dal cielo per i completisti e per i pignoli.

green game
Finalmente siamo arrivati a destinazione!

Considerazioni finali

Il gioco è tutto qui, di una semplicità imbarazzante ma anche di una buona difficoltà. Infatti nel corso dei 50 stage, molte volte sarete costretti a ricominciare un livello perché non siete riusciti a raccogliere tutti gli ingranaggi.

Diciamo che riesce nel suo proposito ovvero quello di farvi spremere le meningi anche se qualche livello iniziale è molto facile ma questo vi permetterà di apprendere in crescendo il gameplay di questo Green Game: Timeswapper. Fondamentalmente è un classico gioco da smartphone, un passatempo intelligente e mai banale ma al contempo ci regala una grafica molto gradevole e curata anche se gli ambienti sono un po’ ripetitivi. I comandi su touch screen sono perfetti e non è prevista la modalità docked, se ci proverete verrete avvisati che il gioco funziona solo in modalità portatile.

green game
La grafica è curata direttamente da Hulk che ha deciso i colori…

L’idea alla base di questo gioco è brillante e ci viene donato un nuovo puzzle game ostico il giusto e adatto a passare brevi sessioni di gioco. E’ vero anche che scorre talmente bene che in una manciata di ore finirete totalmente il gioco ed effettivamente la rigiocabilità non è delle migliori, anzi è proprio nulla. Le musiche sono sopraffine, melodie jazz che rilassano e sanno accontentare anche i palati… ehm le orecchie più esigenti.

green game
Vola e va uccellino… e non schiantarti!

Tutto è localizzato in italiano ma i dialoghi sono totalmente assenti così come una storia di fondo tranne un breve intro proposto all’inizio, è un gioco immediato che vi chiede solo di essere giocato. Sicuramente la mancanza di una modalità docked mi ha fatto storcere il naso perché se è vero che fondamentalmente con i comandi su joypad sarebbe stato molto sacrificato, è anche vero che permettere al giocatore di scegliere come giocare sarebbe stato ideale. Quest’esperienza costerà 2,99€ e a questo prezzo è più che buono, un costo non elevato per un puzzle game che offre comunque del buon gameplay.

Green Game: TimeSwapper – Recensione
PRO
Ottimo puzzle game e buona idea di base
Grafica e musiche molto curate
Prezzo accessibile a tutti
CONTRO
Manca modalità docked
Era gradito qualche livello in più
Mancanza di una storia
6.5
Redattore