Pokémon Spada e Scudo: Fiamme Oscure

Pokémon Spada e Scudo: Fiamme Oscure – Unboxing e Analisi carte

Il Gioco di Carte di Pokémon Spada e Scudo si sta ampliando e, con molta calma, è arrivato alla sua terza espansione: Fiamme Oscure. Dedicata ai mostriciattoli di tipo Fuoco ed Oscurità contiene tanti contenuti interessanti… ma quali delle carte qui presenti possono rivelarsi particolarmente curiose? Per cercare di rispondere a questa domanda G.Bislacco ha deciso di fare un video Unboxing di 10 carte al fine di trovarne la risposta. Cinque di queste meritano ardentemente l’attenzione dei giocatori ed è proprio per questo che oggi tratteremo non solo l’unboxing del prodotto, ma anche 5 delle carte trovate nelle buste d’espansione in compagnia di un supporto inaspettato. Allacciate le cinture: sarà un viaggio ricco di sorprese!

Se non visualizzi correttamente il video clicca QUI

Tsareena

Nel mondo del GCC Pokémon le creature di tipo Erba sono conosciute per essere legate alle Energie, ma questa batte ogni precedente. Non è facile giocare questa creatura ma appena entra in gioco può davvero rivelarsi fatale. Vigorcolpo è utile nelle primissime fasi di gioco ma il vero asso nella manica è Calcio Castigo, che richiede 1 energia Incolore ed una d’Erba. Questo potente attacco da 100 danni permette di rubare – letteralmente – le Energie avversarie e questo obbliga gli altri giocatori a trovare un modo per fermare Tsareena il prima possibile. Usare questa carta permette di avere Energie extra da spremere fino al midollo ed è utile in quasi tutti i mazzi di gioco. Va detto che il potenziale intrinseco di Calcio Castigo è direttamente proporzionale alle Energie dell’avversario, ma in generale questa Tsareena sarà un vero e proprio asso della manica da giocare alla prima occasione.

Milotic

Il Pokémon Tenerezza si propone in tutta la sua maestosità, e viene giocata come una creatura di supporto. La sua abilità Lumicura è attivabile anche dalla Panchina e le permette di curare i propri compagni da 20 danni. L’effetto è inoltre cumulabile e può dar vita ad un mazzo letteralmente indistruttibile. Nel caso in cui debba attaccare può sempre contare su Surf, che con tre Energie causa un totale di 80 danni.

Nel complesso questa Milotic è particolarmente adatta ad un ruolo di supporto ma con il giusto supporto può dare inizio ad una serie di cure che possono rendere la partita più lunga di quanto ci si possa aspettare. Si consiglia di supportarla con creature dall’elevata quantità di PS al fine di prolungare i suoi effetti benefici.

Pokémon Spada e Scudo: Fiamme Oscure
In questa espansione sono tante le carte che ruotano attorno ad Avicoltore. Funziona come uno “Scambio” potenziato, ma può permettere ad alcuni Pokémon di attaccare senza dover rispettare i costi di Energia.

Dracozolt

Questo pokémon può entrare in gioco soltanto se in campo è presente il Fossile Raro: una carta Allenatore (Strumento) necessaria per giocare Dracozolt, Dracovish, Artozole ed Arctovish. A differenza degli altri, però, questo esemplare fa moltissimi danni ed è un pericolo fin da quando entra in battaglia. Dracozolt possiede infatti Gigaimpatto (200 danni, 4 energie qualsiasi, non può attaccare nel prossimo turno) ed Incremento, che può decretare la vittoria se giocato a inizio partita. Questo attacco richiede una sola energia Elettro e fa 20 danni, per poi passare a 120 durante il prossimo turno. Questo lo rende una creatura incredibilmente pericolosa da affrontare ma per fortuna ha un costo di Ritirata elevato, che obbliga il giocatore a dover scartare molte carte se vuole evitare che vada al tappeto. Comunque sia questa carta è veramente pericolosa e nel mazzo giusto può decretare in pochi secondi la vittoria.

Hydreigon

Il pokémon di tipo Buio-Drago svolge un ruolo di supporto ed è perfetto per questa espansione. Le creature di tipo Oscurità richiedono tendenzialmente una buona quantità di energie (almeno 3) e per tale ragione potrebbero risultare lente da giocare. Se poi si vuole dar vita ad un mazzo puramente oscuro per combinarlo con Eternatus-VMax, poi, potrebbe essere ancor più difficile. Hydreigon salva la situazione e, grazie all’abilità Burrasca Oscura, permette di giocare Energie Oscurità liberamente. Una cosa simile l’avevamo già vista nel Mazzo Tematico di Zeraora, che conteneva un Magnezone con un effetto simile.

Mew-V

È impossibile non parlare di Mew-V: un pokémon così carino da trasformare la sua bellezza in una potenza distruttrice. A dirla tutta da’ il massimo contro avversari che usano tante Energie come quelli di tipo Fuoco ed Oscurità. Con 180 PS, una debolezza all’Oscurità e l’assenza di un Costo di Ritirata è capace di usare soltanto un attacco: Sfera V X. Esso richiede due energie di tipo Psiche e fa 30 danni per ogni Energia (normale o speciale) assegnata ad entrambi i pokémon Attivi. Questo significa che Mew-V fa come minimo 60 danni, che possono aumentare in maniera spropositata in base a vari fattori. Il giocatore che possiede questa carta può decidere di “pomparla” sempre di più, ma se l’avversario sta usando troppe Energie potrebbe messo KO facilmente. Sono convinto che questa carta avrà successo nel mondo competitivo ma bisogna ricordare che ha pochissimi Punti Salute: 180. Un attacco ben assestato può mettere Mew-V al tappeto in pochi secondi, quindi il possessore di questa carta dovrà trovare un modo per renderla più resistente. Carte come Mantello della Tenacia ed alcune abilità curative potrebbero tornare utili per rendere Mew-V un vero e proprio mostro carino e coccoloso.

Pokémon Spada e Scudo: Fiamme Oscure
Ricorda che il tipo Folletto, attualmente, non è presente nelle espansioni di Spada e Scudo. Potrebbe tornare, ma per ora si “rifugia” nel tipo Psiche

La nostra analisi delle carte di Pokémon Spada e Scudo: Fiamme Oscure termina qui. In questo articolo abbiamo visto alcune delle carte presenti indicando alcune sorprese ed alcune strategie utili per affrontare la prossima sfida. Noi di GameScore vi avvisiamo che riprenderemo in mano questa espansione per una speciale Recensione, e per ulteriori unboxing sarete aggiornati.

Caporedattore