DEX

Dex: Enhanced Edition – Recensione

Sembra come se l’ondata di cyberpunk che ci ha investito non sia destinata a rallentare fino a che finalmente non uscirà l’ultima fatica di CD Projekt Red. L’ultima volta, avevamo visto insieme il punta-e-clicca VirtuaVerse, il quale in maniera puntuale riusciva a recuperare gli stilemi del genere a cui si allacciava, ricreando un mondo cyberpunk credibile e decisamente affascinante. Oggi, andiamo a vedere insieme un altro gioco che bisogna annotare a questo genere, però sta volte non è un punta-e-clicca: sto parlando di Dex: Enhanced Edition, uscito ieri per l’ibrida della grande N. Il gioco, sviluppato da Dreadlocks, si presenta come un RPG in 2D, dove l’influenza dei metroidvania si fa sentire in modo parecchio accentuato.

Il gioco segue le vicende di Dex, giovane donna che si risveglia all’improvviso nel suo appartamento perché gli scagnozzi di una potente organizzazione sono venuti a catturarla; il fatto è che Dex ha il potere di hackerare vari computer e sistemi utilizzando semplicemente la propria mente. Comincia così l’epopea di Dex, e sarà compito del giocatore portarla in salvo attraverso varie parti di una città che definire tentacolare sarebbe un eufemismo.

dex: enhanced edition

Il gameplay di Dex: Enhanced Edition è vagamente ispirato al genere dei metroidvania: il giocatore muoverà Dex tra mappe in 2D, con nemici disseminati qui e li e sezioni platform da superare; per superare una determinata area, il giocatore deve entrare in possesso di un determinato oggetto o risolvere una quest specifica. Si, perché infondo Dex: Enhanced Edition rimane un RPG, e presenta tutte le caratteristiche di questo genere.

Le statistiche della protagonista Dex infatti possono essere aumentate nel corso del gioco, come il giocatore sale di livello. Oltre a questo, sono presenti numerose quest, sia primarie che secondarie. Ma la cosa che veramente spicca di questo gioco è la flessibilità della narrazione: infatti, le varie missioni che si andranno ad intraprendere raramente hanno un solo modo per essere risolte. A seconda della scelta che fa il giocatore in un determinato dialogo, la risoluzione di una quest può variare da ‘uccidi il cattivone’, a ‘trova un modo per superare il cancello’, per esempio. Ovviamente, il livello di complessità è maggiore rispetto a come l’ho scritto; al tempo stesso, non bisogna certo aspettarsi una struttura narrativa intrigata come quella di Oxenfree, per esempio, o di The Stanley Parable. Resta comunque il fatto che la storia è sicuramente una delle qualità maggiori del gioco, con personaggi particolari, il più delle volte decisamente sopra le righe. Tutto questo è accompagnato da un doppiaggio che, seppur non è niente di spettacolare, fa il suo lavoro e riesce a caratterizzare in modo efficace le voci dei vari personaggi che si incontrano nel corso del gioco. Piccolo appunto da fare è soprattutto la presenza della lingua italiana per quanto riguarda i testi di gioco: in un mercato indie che tende a non supportare localizzazioni nella lingua del bel paese, fa piacere vedere che uno sviluppatore impegna risorse per includere quei giocatori che non sono familiari con la lingua della regina.

dex: enhanced edition

Altro aspetto che spicca di Dex: Enhanced Edition è il comparto artistico. Gli ambienti che il giocatore andrà ad esplorare sono costruiti in maniere semplicemente meravigliosa, e riescono a ricreare in modo fantastico un’atmosfera molto cyberpunk. Al tempo stesso però, questo virtuosismo artistico a volte crea qualche distrazione o rende difficoltoso distinguere determinate piattaforme, anche se probabilmente questo ‘passo falso’ ha più a che fare con il design in generale del gameplay, il quale è l’elemento più grezzo di tutta l’esperienza.

La prima cosa che si nota in Dex: Enhanced Edition è il modo bizzarro in cui i comandi sono mappati sul controller, che rende un tantino goffo in generale lo svolgimento dell’azione. Questo accade soprattutto quando ci si trova nel bel mezzo del combattimento, il quale è sicuramente l’aspetto che richiederebbe più di una revisione. Dex ha a disposizione molte armi da usare, mazze, pugnale, pistole, ma anche le mani nude. Diciamo che in generale, le armi a lunga gittata non sono sempre ottimali a causa del modo impacciato in cui il protagonista mira, rendendo le armi meelee superiori a quella a lunga gittata. Con il tasto X, Dex comincia a tirare pugni, con ZR si para e con la levetta analogica destra schiva. C’è anche la possibilità di approcciare i nemici da dietro in una sorta di modalità stealth, e annientarli in un colpo solo. Ma il modo in qui il design si sviluppa rende difficoltoso per il giocatore riuscire a vedere in anticipo la presenza dei nemici, e il più delle volte se li ritroverà davanti all’improvviso. A questo, si aggiunge il fatto che è quasi impossibili uscire incolumi da uno scontro, sia per il modo in cui i nemici attaccano – e prima o poi colpiscono per forza – sia perché ci sono delle tipologie di nemici che sono in grado di bypassare la parata di Dex. Insomma, il sistema di combattimento poteva essere sicuramente curato meglio. A questo, si aggiungono anche le sezioni dove Dex dovrà hackerare un determinato sistema: a quel punto, il gioco diventa uno sparatutto top-down anche relativamente noioso perché questi episodi durano a volte decisamente troppo.

dex: enhanced edition

In conclusione, Dex: Enhanced Edition è un RPG in 2D cyberpunk con molti pregi, ma anche alcuni difetti che in più di un’occasione rischiano di far diventare l’esperienza più tediosa di quello che in realtà è. Ma tolto il sistema di combattimento – che il giocatore volenteroso riuscirà a digerire nel corso del gioco – tutto il resto presenta una buona qualità: dalla scrittura, al voice acting, fino ad arrivare al comparto artistico soprattutto per quanto riguarda le mappe, vero fiore all’occhiello di Dex: Enhanced Edition. Perciò, se siete fan sfegatati del cyberpunk, RPG e metroidvania, questo gioco potrebbe essere la vostra ‘marmellata’, a patto che si riesca a chiudere un occhio su un sistema di combattimento con ben più di un angolo poco smussato.

DEX
Dex: Enhanced Edition – Recensione
PRO
Artwork degli ambienti strepitoso
Storia tutto sommato interessante
CONTRO
Sistema di combattimento abbastanza 'ruvido'
Fasi di hackeraggio niente di che
6.9
Redattore