Trails of Cold Steel III

The Legend of Heroes: Trails of Cold Steel III – Recensione

Da quando ho iniziato a trattare videogiochi tendo a chiedermi qual’è uno degli obiettivi chiave del recensore – oltre a valutare la qualità di un determinato prodotto -. Ho trovato varie risposte in merito ma una di queste riguarda una personale “ricerca dell’insolito“. Recensire videogiochi mi porta ad affacciarmi con saghe videoludiche di cui non conoscevo l’esistenza e questo mi aiuta non solo ad ampliare le mie conoscenze, ma anche ad incentivare la curiosità dei lettori. Oggi, infatti, vedremo assieme una saga videoludica che raggiunge per la prima volta Nintendo Switch attraverso il suo terzo capitolo. Si tratta di The Legend of Heroes: Trails of Cold Steel III, ed uscirà il 30 giugno 2020!

The Legend of Heroes: Trails of Cold Steel III
Attenzione: dato che non ho giocato ad altri capitoli della saga i paragoni saranno pochissimi, utili solo per evidenziare certe caratteristiche di questo gioco.

The Legend of Heroes: Trails of Cold Steel III è il terzo capitolo dell’omonima saga che narra le vicende di Rean Schwarzer: un giovane adulto conosciuto recentemente come “Ashen Chevalier“. Dopo essere diventato un eroe nel capitolo precedente ora si ritrova ad avere il ruolo di insegnante, per la precisione nella sua vecchia classe: la Class VII. Qui inizierà i suoi insegnamenti con i suoi primi tre allievi e, nel mentre, si verrà a scoprire che la pace ottenuta anni fa non era altro che un periodo di pausa… prima della vera tempesta.

Questo videogioco si presenta come un RPG tridimensionale nel quale il giocatore, utilizzando Rean Schwarzer ed i suoi alleati/studenti, devono esplorare il mondo di gioco al fine di completare missioni più o meno utili per proseguire nell’avventura. Alternando fasi di interazione con gli studenti a fasi di esplorazione di quelli che potremmo definire “dungeon“, il giocatore dovrà ampliare sempre di più le proprie abilità, il proprio equipaggiamento ed il proprio set di mosse. In The Legend of Heroes: Trails of Cold Steel III il combattimento è parte del fulcro del gioco, ma prima di trattarlo vorrei fare un passo indietro.

Trama

La storia di questo gioco è strettamente legata ai capitoli precedenti ma, nel bene e nel male, va evidenziato un ritmo abbastanza lento, utile per gestire fin da subito tutte le relazioni dei vari personaggi. Nelle prime ore di gioco si scopriranno infatti tanti dettagli sui personaggi nuovi e già esistenti, e vi saranno vari collegamenti con altre fasi della storia. The Legend of Heroes: Trails of Cold Steel III presenta però una trama di tipo epico-drammatico: dopo un inizio ed una vicenda piuttosto semplici e simpatici le cose andranno via via sempre peggiorando dando così alla trama un sapore sempre più maturo.

A migliorare la situazione ci pensa anche un altro elemento: l’ambientazione. Questo videogioco è ambientato in quello che potremmo definire come “un passato parallelo” dato che è ambientato nel 1200 circa. Nonostante questo la tecnologia è pseudo-futuristica e vi è una mescolanza fra elementi fantastici con elementi moderni e classici della cultura giapponese. Tonfa, Spade, Mecha, Robot, Cavalieri e Mostri si uniscono dando vita ad un mondo piuttosto diverso rispetto a quanto solitamente ci si è abituati. Giocare a The Legend of Heroes: Trails of Cold Steel III vuole quindi dire esplorare un mondo piuttosto insolito, e per questo motivo è degno della vostra attenzione.

The Legend of Heroes: Trails of Cold Steel III
Parlando di ambientazione l’esempio più vicino che mi viene in mente è probabilmente Xenoblade Cronicles 2 dato che condividono certi temi, ma questo ha probabilmente un approccio più “pseudo-realistico”. Ah, piccola nota: sono presenti scene di fanservice, come questa

Combattiamo!

A dirla tutta The Legend of Heroes: Trails of Cold Steel III presenta leggere varianti circa questa meccanica, ma in generale il combattimento è abbastanza semplice da comprendere. Dopo aver ingaggiato lo scontro con il nemico di turno (il quale può subire danni extra o ricevere status a inizio battaglia se il giocatore è abbastanza bravo) il giocatore si ritroverà in un’area tridimensionale. Qui sono presenti i PG del giocatore ed i nemici, ma tutti quanti seguono un ordine preciso d’azione. Fin qui nulla di strano perché è il classico sistema dei GDR a turni… ma c’è una novità piuttosto considerevole: la posizione.

I vari personaggi non solo devono tener conto delle proprie statistiche e consumabili per usare mosse potentissime capaci di sbaragliare gli avversari… ma devono anche tener conto della propria posizione. Ogni personaggio ha infatti una “gittata d’azione” con la quale può muoversi nell’area di combattimento. Finché il nemico è dentro la propria area va tutto bene… ma se è fuori il giocatore dovrà avvicinarsi, perdendo turni preziosi ed esponendosi ad attacchi nemici. Anche i nemici devono fare la stessa cosa e molti attacchi speciali permettono di bypassare parzialmente questi problemi. La capacità di tenere alcuni combattenti nelle retrovie e la capacità di gestire il terreno di gioco diventano elementi estremamente importanti per aggiudicarsi la vittoria!

Che varietà

The Legend of Heroes: Trails of Cold Steel III è un videogioco decisamente corposo e grazie alla sua gestione dei salvataggi – unita alla capacità di controllare perfettamente la difficoltà di gioco – rende questo titolo adatto a tutti. Ci sono però un elemento da tenere in considerazione: la varietà. Dopo 4-5 ore di gioco il giocatore noterà la presenza di missioni, attività secondarie, meccaniche aggiuntive e tanto altro ancora che renderanno questo videogioco molto variegato. Ad ampliare la dose ci pensa la longevità, che risulta incredibilmente alta.

The Legend of Heroes: Trails of Cold Steel III
The Legend of Heroes: Trails of Cold Steel III ha svariate novità nel sistema di combattimento rispetto il predecessore. La possibilità di dare ordini per ottenere specifici potenziamenti, ad esempio, renderà alcuni scontri più malleabili. Ricorda: alcuni dei PG giocabili possono cambiare moveset per adattarsi allo stile di gioco del giocatore.

The Legend of Heroes: Trails of Cold Steel III, purtroppo, presenta dei difetti da non sottovalutare. Partiamo da quello più facile: il collegamento con i capitoli precedenti. All’interno del gioco è presente un sommario nel quale sono riassunti gli eventi del gioco, parte del glossario utilizzato e – soprattutto – gli eventi chiave dei due capitoli precedenti… eppure capita che il gioco si focalizzi su determinati aspetti dei capitoli precedenti. Questo diventa un problema nel momento in cui ci si accorge che su Nintendo Switch The Legend of Heroes: Trails of Cold Steel I & II non sono stati rilasciati, danneggiando così parte dell’esperienza complessiva. Sempre a livello di trama, sappiate fin da ora che alcune parti delle fasi finali di gioco potrebbero risultare poco convincenti in quanto strettamente legate col prossimo capitolo della saga: The Legend of Heroes: Trails of Cold Steel IV. Per quanto riguarda il gameplay mi sento di dire che avrei preferito una maggior chiarezza nelle spiegazioni, ed infine questa versione non presenta l’adattamento italiano.

Alla fine, cosa posso dire su The Legend of Heroes: Trails of Cold Steel III? Per quanto mi riguarda siamo di fronte ad un ottimo RPG, il quale riesce a proporre qualcosa di nuovo rispetto ad altri titoli dello stesso genere. Lo stile estetico è particolare ma la storia riesce a risultare particolarmente efficace. La grande varietà di situazioni rendono il gioco poco monotono ed il sistema di combattimento è accessibile a tutti quanti. Ho apprezzato la quantità di contenuti proposti e, nel complesso, credo che siamo davanti ad un videogioco che vale la pena di essere preso in considerazione. Va detto che l’assenza dei capitoli precedenti su Nintendo Switch si fa sentire ed alcune cose potevano essere gestite meglio… ma nel complesso è un titolo che mi sento di consigliare. Nonostante abbia giocato solo a questo terzo capitolo non vedo l’ora di vedere la conclusione di tutta la saga, e spero un giorno di aver l’occasione di spolparla tutta.

The Legend of Heroes: Trails of Cold Steel III
Nota finale: questa versione del gioco contiene già 26 DLC preinstallati e sono tutti oggetti cosmetici. Non dovete scaricare nulla: basta andare nel menù principale, accedere a “Items” e poi “DLC”.
-8%
The Legend of Heroes: Trails of Cold Steel III (Extracurricular Edition) - Day-One - Nintendo Switch
  • Dai il Benvenuto alla nuova class VII: esplora le nuove terre annesse all’impero con una nuova squadra e incontra volti familiari del passato.
  • Una storia immersiva: vivi una storia epica sviluppata attraverso tre titoli, creata per soddisfare sia i nuovi che i vecchi fan.
  • Sistema di combattimento perfezionato: Sfida le minacce con un sistema di combattimento perfezionato nel corso dei decenni. L'aggiunta di funzionalità come Brave order e il break System apre nuove possibilità in battaglia.

Ultimo aggiornamento: 2020-09-01 at 23:10

Trails of Cold Steel III
The Legend of Heroes: Trails of Cold Steel III – Recensione
PRO
Ambientazione e trama accattivanti...
Combact System piuttosto interessante
Ottima longevità, unita ad una buona varietà di situazioni
Possibilità di regolare la difficoltà durante la partita, rendendo il gioco accessibile a tutti
CONTRO
... ma andrebbero giocati i capitoli precedenti per gustarsi tutto quanto
Assenza adattamento italiano
Alcuni contenuti potevano essere spiegati meglio
8.5
Ottimo
Caporedattore