Captain Toad: Treasure Tracker

Captain Toad: Treasure Tracker (Switch e 3DS) – Recensione

Nintendo da sempre crea e confeziona capolavori che senza ombra di dubbio hanno segnato, e continuano a farlo, il mondo videoludico e tutti noi. La maggior parte dei giochi sono entrati nella storia e non c’è una sola persona che non conosce uno dei protagonisti del magico mondo made in Kyoto. Mario e Zelda, ad esempio, sono diventate delle vere icone che possiamo trovare anche su t-shirt, fumetti e altre cose ben distanti dai videogames proprio perché entrati di diritto nel mito assoluto e nell’immaginario collettivo, oltre che per aver segnato di fatto molte epoche.

Ma c’è stato un periodo in cui le IP di Nintendo erano ormai in una fase stagnante e una certa ripetitività era sorta a galla, ci voleva una rivoluzione e dei nuovi personaggi che portassero brio a tutto l’ecosistema, che facessero di fatto compagnia a Zelda, Mario e Donkey Kong e quale miglior scelta se non quella del piccolo abitante del regno dei funghi, Toad? Per me è sempre stato il personaggio più sottovalutato ed a torto visto il gran potenziale che sprigiona… poi state leggendo le parole di uno che l’ha sempre amato e non a caso ho lui come immagine profilo.

Super Mario Bros 2
Piccolo e sotto “sforzo”… la prima volta che potevamo utilizzare Toad!

Già dalla sua comparsa “giocabile” su Super Mario Bros 2 spesso era una delle mie scelte ma non era così performante mentre era una scelta obbligata sul primo episodio di Mario Kart per il mitico SNES. Scegliendo Toad, avevate quel misto di leggerezza e guidabilità veicolo che pochi altri personaggi vi donavano e grazie a lui ho vinto tutte le coppe in ogni cilindrata. Il legame con il tenero funghetto era appena nato e tanta gioia ebbi dalla notizia di un gioco totalmente dedicato a lui, un misto di curiosità e ansia visto che un fallimento sarebbe stato un vero colpo al cuore.

Nonostante le basse vendite di WiiU, Captain Toad: Treasure Tracker, ebbe un discreto successo e fu’ il gioco che sfruttava meglio ed al cento per cento tutte le peculiarità della sfortunata console. Ma quale miglior occasione di permettere a chi non aveva provato il gioco sul paddone, di divertirsi col piccolo capitano? Visto l’enorme e costante successo della piccola ibrida, Nintendo ha deciso di far uscire il gioco anche su Nintendo Switch e 3DS con un aggiunta di livelli ispirati a Super Mario Odyssey in grado di stimolare anche chi, questo gioco, l’ha già totalmente finito.

Captain Toad
Si rilassano loro… e a me tocca lavorare uffff!

Geniale, totalmente innovativo, immediato e divertente sono gli aggettivi con cui questo Captain Toad: Treasure Tracker può essere definito, un vero must buy a cui ogni amante dei prodotti Nintendo non può rinunciare. D’altronde la Nintendo Difference è realtà ma forse sarebbe meglio confermare che Nintendo do it better!


La recensione che state per leggere contiene delle caratteristiche da non sottovalutare: analizzeremo, infatti, sia la versione 3DS, sia la versione Switch, evidenziando ed analizzando ogni singolo dettaglio che renderà le due versioni uniche nel loro genere. Un lavoro a quattro mani per aiutarvi nell’ardua scelta e per spiegarvi cosa ci siamo trovati davanti.

Aguzza l’ingegno e aiuta il piccolo esploratore!

Captain Toad: Treasure Tracker narra, attraverso tre-quattro episodi, le avventure di Captain Toad e di Toadette, alla ricerca delle Iper Stelle. Sfortunatamente, il malvagio Wingo separa la felice coppietta e toccherà a Captain Toad/Toadette salvare il compagno/a. Per raggiungere Wingo dovremo superare decine e decine di livelli pieni di enigmi, trappole e misteri, non calcolando la presenza di moltissimi nemici pronti a farvi fuori in ogni modo possibile. L’avventura sarà lunga ed estremamente appagante ed anche se la storia è un misto di già sentito, vi stupirà.

La prima cosa che salta all’occhio di coloro che non hanno mai giocato ad un livello di Captain Toad: Treasure Tracker è il gameplay; questo capolavoro made in Nintendo è un platform-puzzle game, che permette al giocatore di impersonare uno dei due simpatici abitanti del regno dei funghi per trovare tre gemme nascoste più l’Iper Stella del livello.

Captain Toad
Brrr che paura… via via!!!

I protagonisti, però, hanno un limite che non può passare inosservato: a causa del loro pesante zaino, non sono in grado di saltare ed affondano alla prima occasione! Questo permette al giocatore non solo di provare un approccio diverso dal solito, ma lo obbliga a stare attento verso nemici che, solitamente, non fanno così paura: avversari come i Goomba, infatti, diventano un ostacolo quasi insormontabile! Questo ci permette di dire che Toad/Toadette sono molto vulnerabili e con loro come protagonisti il nostro compito sarà molto arduo. In effetti, fuggire potrebbe diventare la parola d’ordine di questo gioco ma anche una simpatica scorciatoia. D’altronde il tutto rispecchia il carattere dei nostri simpatici protagonisti, due piccoli eroi molto fifoni che buttano il cuore al di là dell’ostacolo e nonostante tutto va avanti contro le difficoltà.

Cosa bisogna fare nel livello? Oltre a prendere l’Iper Stella, sono presenti sfide extra. Ogni area contiene 3 diamanti da raccogliere ed un obiettivo segreto, che non viene mostrato fino a quando il giocatore non completa il livello. Queste missioni extra propongono clausole come “abbatti tutti i nemici” oppure “raccogli il fungo dorato” o ancora “completa il livello senza farti individuare dai nemici”. La cosa più curiosa è che spesso non è facile capire in anticipo quale di queste missioni è presente e, per questo, sarà normale riprenderle successivamente.

Captain Toad
Pussa via gallinaccio volante!!!

Un altro elemento che aumenta la rigiocabilità di questo titolo, però, è sicuramente il Toad Pixel, che torna in Captain Toad: Treasure Tracker senza l’ausilio degli Amiibo. Quando attivate questo simpatico adesivo dovrete riaffrontare lo stage per cercarlo. Lo stesso Toad Pixel vi aiuterà attraverso i suoi suoni e, quando lo scoverete, basterà toccarlo sul touch screen o con l’indicatore da muovere attraverso il joypad. Questo vi permetterà di terminare al 100% questo pazzo gioco.

In questa versione gli Amiibo attivano varie cose: quello di Toad vi permetterà di utilizzare un fungo che vi renderà invulnerabili, quelli nuziali di Super Mario Odissey vi permetteranno di sbloccare in anticipo i livelli dedicati all’ultimo videogioco dedicato all’italico idraulico, mentre tutti gli altri vi regaleranno semplicemente dei 1-UP.

Considerazioni finali versione Switch

Captain Toad: Treasure Tracker è una perla rara, un must buy che dovrete ad ogni modo far vostro (ovviamente evitate di rubarlo eheheh), perché una volta che inizierete a giocarci non potrete più farne a meno. E’ davvero innovativo sia nelle meccaniche che nelle dinamiche e sicuramente vi farà innamorare, sognare, spremere le meningi e infine gioire.

Captain Toad
130…. si volaaaaa!!!
Anteprima Prodotto Prezzo
Captain Toad: Treasure Tracker - Nintendo Switch Captain Toad: Treasure Tracker - Nintendo Switch 39,99 EUR 33,99 EUR

Ultimo aggiornamento: 2020-09-02 at 19:10

Per quanto riguarda la versione Switch è una gioia per gli occhi con una grafica in puro stile Nintendo; definita, dettagliata e con sfondi al limite dell’opera d’arte. In modalità docked raggiungiamo i 1080p con 60fps che scendono in alcuni stage mentre in modalità portatile abbiamo i 720p con 60fps ma anche qui qualche calo è fisiologico. Il gameplay è immediato ed in puro stile made in Kyoto, adatto a tutte le età che troveranno sicuramente divertimento. Toad/Toadette saranno comandabili attraverso lo stick sinistro mentre i pulsanti posti a destra sono dedicati ad alcune azioni. Nella versione Switch, in modalità docked, potrete tramite puntatore virtuale del joypad, attivare alcune piattaforme grazie all’azione del pulsante R; nessun problema invece per la modalità portatile che sfrutta il comodissimo e immediato touch.

Essendo un amante del gioco su grande schermo non ho trovato grossa difficoltà nell’usare il joypad anche se ammetto che Captain Toad: Treasure Tracker nasconde un’anima puramente portatile e touch, ma non si fa disdegnare in docked risultando altrettanto godibile. La longevità si attesta su ottimi livelli regalandoci più di 70 livelli e considerando che il gioco si presta a livelli di collezionismo assurdi, finire il gioco completamente al cento per cento sfruttando le varie modalità vi darà del filo da torcere. Molto buona invece anche la difficoltà che, nonostante in alcuni livelli è mediamente alta, non risulterà mai frustrante e non rischierete mai di abbandonare il gioco.

Captain Toad
Finchè la barca va, lasciala andare, finchè toad va…

La storia è molto semplice, il cattivone rapisce e l’eroe/eroina parte al salvataggio, quindi non vi aspettate una grande trama (tutto sa di Deja-Vu) ma gli abitanti del regno dei funghi sono adorabili e Toad/Toadette si faranno amare dall’inizio alla fine. Le musiche richiamano tutta la colonna sonora dei vari capitoli di Super Mario in versione “svecchiata” ma ascoltandole i ricordi affioreranno e forse anche una lacrima, tutto comunque si amalgama alla perfezione così come i vari suoni.

Ho trovato la versione Switch forse la più completa vista la portabilità che vi dona la console, già il fatto di poter giocare sia con lo schermo touch che seduti spaparanzati sulla poltrona mi fa pendere per la piccola cartuccia Switch, inoltre qui abbiamo anche il multiplayer che proprio poco non è. Infatti in questa modalità una persona vi aiuterà con gli enigmi attivando tramite il puntatore alcune piattaforme. 

Captain Toad
Toadette dove vai??? Rimani qui!

Captain Toad: Treasure Tracker quindi per me rimane un gioco che non può mancare nella vostra collezione, Switch o 3DS che sia; diverte e lo fa bene spremendovi anche un po’ le meningi e facendo lavorare la materia grigia. Quindi, ancora una volta, grazie Nintendo!

Considerazioni finali versione 3DS

Così come il mio collega Prince Serg, anche io – G. Bislacco – non avevo provato Captain Toad: Treasure Tracker su WiiU ma su una cosa sono convinto: la versione 3DS non è un porting mal fatto del titolo originale, anzi: potrebbe tranquillamente essere preso in considerazione!

La prima cosa che si nota con piacere è la presenza del 3D, funzione che attualmente è difficile trovare sui nuovi titoli per questa console portatile. La profondità proposta è davvero ottima ed alcuni livelli specifici mi hanno ricordato gli effetti 3D di Super Mario 3D Land.

Captain Toad
La versione 3DS ha le sue peculiarità e si difende bene!

Seconda cosa da tenere sott’occhio sono i controlli, che cambiano leggermente rispetto le altre versioni. Su Nintendo 3DS, infatti, si possono utilizzare la pulsantiera +, i pulsanti L/R, il Touch Screen ed i sensori di movimento per muovere la visuale. Questa moltitudine di comandi permettono di gestire l’ambiente di gioco con maggior comodità.

Importante sottolineare una cosa: la versione 3DS, a differenza della Switch, non supporta il multigiocatore in alcun modo. Per quanto mi riguarda, sono d’accordo con questa scelta, visto che il gioco nasce principalmente come single player.

Captain Toad
Il Downgrade grafico, su 3DS, non è così evidente come sembra
Anteprima Prodotto Prezzo
Captain Toad: Treasure Tracker - New Nintendo 3DS Captain Toad: Treasure Tracker - New Nintendo 3DS 39,99 EUR 29,90 EUR

Ultimo aggiornamento: 2020-09-02 at 19:10

Captain Toad: Treasure Tracker, sulla versione 3DS, presenta qualche difetto che non condivide con la versione Switch. Il primo fra tutti sono i sensori di movimento, che risultano utili in sezioni specifiche di gioco, ma negli altri casi potrebbero dare particolarmente fastidio (soprattutto se avete attivo il 3D). Altro grande problema riguarda la console che utilizzate per giocare questo titolo: se avete una console della famiglia 2DS, infatti, potrebbe darvi fastidio il fatto che ambedue gli schermi mostrino gli stessi eventi e che quello superiore, a causa della mancanza del 3D, risulti inutile. Un ultimissimo problema riguarda la selezione dello stage. Su 3DS, se mantenete l’effetto 3D, l’immagine di anteprima del livello torna 2D durante la “sfogliatura” delle pagine. Questo potrebbe dare fastidio alla vostra vista.

Nel complesso, se non avete né un WiiU, né una Switch, Captain Toad: Treasure Tracker per 3DS è un’ottima alternativa. La gestione della camera risulta ottima ed il gameplay rimane invariato. Nintendo è riuscita a gestire bene il doppio schermo del 3DS e l’effetto tridimensionale riesce a dare a questa versione qualcosa di unico. È qui che, credo, sia possibile sentire l’esclusiva della versione 3DS: se WiiU mantiene esclusivi i livelli di Mario 3D World e Switch ha la possibilità di poter essere giocato come si vuole, la versione 3DS sfrutta l’effetto tridimensionale delle mappe, regalando qualche soddisfazione.

Alla fine non importa quale versione scegliate: quella che comprerete sarà unica, nel bene e nel male!

Captain Toad: Treasure Tracker
Captain Toad: Treasure Tracker (Switch e 3DS) – Recensione
VERSIONE SWITCH
9
VERSIONE 3DS
8.7
PRO
Divertente e ingegnoso
Graficamente una gioia per gli occhi
Toad è Toad
… ma questo permette ad ogni versione del gioco di avere "la sua caratteristica esclusiva"
Ottimo livello di rigiocabilità
ottimo uso del 3D nella versione per 3DS
CONTRO
Qualche rallentamento in alcuni livelli
I sensori di movimento sul 3DS non sono eccezionali
Non sono stati aggiunti i livelli di Mario 3D World…
Se si gioca questo titolo con una console della famiglia 3DS che non supporta il 3D, lo schermo superiore del gioco ne risentirà parecchio.
8.9
Toad, coi Puzzle, è eccezionale!
Redattore