Nintendo Switch – Recensione

Sono trascorsi poco più di 10 giorni dal lancio sul mercato di Nintendo Switch, ed ecco a voi la nostra recensione! In ritardo? Direi assolutamente no! In questi giorni abbiamo avuto la possibilità di mettere sotto torchio la console, di analizzarne tutte le caratteristiche e di ascoltare le varie opinioni di tecnici e non, ora è il momento giusto.

Unboxing

Saltiamo le banalità, tipo la confezione di vendita e il suo contenuto, per certe informazioni vi suggeriamo il simpatico unboxing del presidente Nintendo Europe, Satoru Shibata.

Descrizione

Come avete ben notato la console è totalmente differente da qualsiasi altro prodotto attualmente in commercio, forse l’unico vero prodotto che si avvicini leggermente è il Microsoft Surface Pro, anche se non è una macchina pensata per il Gaming e la dock-station va acquistata separatamente, ma il concetto di base è quello, un prodotto convertibile 2 in 1.

Il blocco centrale della macchia è la console stessa, un simil Tablet solido e compatto con un design deciso, molto lontano da quanto visto in passato da Nintendo.

Sul bordo superiore trova spazio il tasto d’accensione, il bilanciere del volume, una griglia d’espulsione aria, il jack delle cuffie e lo slot cartucce.

A far da padrone sul bordo inferiore troviamo la porta USB-C, elemento fulcro tra portabilità e collegamento alla TV, mentre i due bordi laterali non sono altro che due slitte metalliche per l’inserimento dei Joy-Con.

La parte posteriore presenta due griglie d’immissione aria e uno stand d’appoggio per la “modalità da tavolo” che nasconde lo slot d’espansione per schede micro SD (microSDHC e microSDXC).

In fine la parte frontale con un display da 6,2″ avente risoluzione 1280 x 720 e un touch screen capacitivo.

Dopo questa noiosa descrizione, passiamo subito al sodo, Switch tra le mani non è una semplice tavoletta, non ci sono incertezze, i materiali sono in plastica ma rilasciano una sensazione di prodotto premium, il display si fa guardare per quanto è brillante, le casse acustiche sono squillanti, il sistema operativo minimale ma veloce come una scheggia, un prodotto che sul fronte dell’esperienza utente non ha nulla da recriminare.

I Joy-Con sono l’evoluzione nella innovazione, evoluzione di quei Wii mote che hanno fatto il successo di Wii, due piccoli controller dal grande concentrato tecnologico. Inseriti sui lati della console, diventano un blocco unico, trasformando Switch in una console portatile, mentre scollegati permettono a due giocatori, di giocare fuori casa sullo schermo della console o quando si è a casa sullo schermo della TV. Ma non è tutto, il Joy-Con Grip permette di unire tra di loro i due Joy-Con per trasformarli in qualcosa che almeno tra le mani somiglia tantissimo a un controller tradizionale.

Aggiungiamo anche qualche sensorino, tipo una telecamera a infrarossi per il riconoscimento dei movimenti, un sensore NFC per il supporto Amiibo ed il rivoluzionario Rumble HD, un nuovo sistema di vibrazione talmente preciso al punto da simulare la presenza di oggetti, come biglie o cubetti di ghiaccio, all’interno del Joy-Con stesso.

Come ultimo elemento la Dock-Station o come la chiama Nintendo, Base per Nintendo Switch, un supporto rettangolare in plastica dove inserire quasi interamente la console, elemento fondamentale per trasmettere il gioco dallo schermo della console, alla TV. In realtà all’interno oltre ad un HUB USB non è contenuta alcuna elettronica di rilievo, il vero protagonista resta sempre e comunque il corpo centrale di Switch.

Analisi

Studiando a fondo il teardown effettuato dai tecnici di Ifixit siamo giunti a una conclusione, Switch è stata progettata per essere facilmente riparabile, per resistere a maltrattamenti e per prevenire problemi termici. La batteria è integrata ma non saldata, collegata alla scheda madre mediante connettore, idem per lo slot cartucce e lo slot micro SD, stesso trattamento per il jack cuffie e cosa mai vista prima in un prodotto del genere, il modulo da 32Gb eMMC anch’esso rimovibile, volgarmente lo si potrebbe considerare un piccolo SSD all’interno di Switch e questo fa presupporre in upgrade futuri da parte di Nintendo.

Rimuovendo la scocca posteriore troviamo una grossa placca metallica anch’essa una novità nel settore mobile al pari della ventolina, che in combinazione con un heat pipe in rame formano un sistema di dissipazione termica più che efficace, con un fattore rumorosità del tutto ignorabile e temperature che non superano i 42°, valore più che soddisfacente.

Per la precisione, i test sono stati eseguiti con il gioco The Legend of Zelda: Breath of the Wild, dove in modalità portatile non si è mai superato i 36°C, mentre in modalità TV si sono raggiunti i 42°C. Entrambi i valori sono stati ottenuti con un termometro laser puntando il retro della console in corrispondenza del SoC.

Una nota di merito va data anche ai consumi, dove il valore massimo registrato è stato di 15W in gioco e di solo 4W utilizzando il sistema operativo.

E dopo i consumi l’autonomia in mobilità, Nintendo ha dichiarato circa 3 ore di gioco con The Legend of Zelda: Breath of the Wild (6 ore massimi si ipotizza con software leggeri), valore che a primo acchito può sembrare non soddisfacente, in realtà parliamo di un gioco open world grandissimo con un comparto tecnico mai visto prima su un prodotto mobile, 3 ore sono una quantità più che soddisfacente per qualche partita fuori casa. Non siete ancora convinti? Provate ad avviare un qualsiasi gioco 3D sul vostro smartphon o tablet, quasi sicuramente nessuno dei vostri costosissimi gingilli raggiungerà le 3 ore di autonomia e molto probabile nemmeno voi.

La robustezza è al di sopra di quanto si possa immaginare, in rete abbiamo potuto osservare svariati video dove la console sottoposta a più forme di tortura è uscita “quasi” del tutto illesa, comunque funzionante e senza mai uscire dal gioco in esecuzione! Merito sicuramente della placca metallica interna e del touch screen capacitivo in plastica separato dal display, che se pur soggetto a graffi non va mai in frantumi dopo una caduta.

Considerazioni

Nintendo Switch è la concretizzazione del progetto dal nome NX, ovvero una console ibrida che promette di essere sia casalinga che portatile.

Nintendo ha precisato più volte che Switch è una console casalinga con la possibilità di essere utilizzata anche fuori casa, questa affermazione ha dato il via a una serie di polemiche, con confronti fantasiosi verso PS4 e con teorie superficiali che preferiscono considerare Switch una portatile che si collega alla TV.

Noi personalmente approviamo le parole di Nintendo, questo perché il grosso dei giochi disponibili, annunciati e fatti provare nelle varie fiere sono giochi di natura casalinga che poco si sposano con il gameplay mordi e fuggi dei giochi pensati per il solo mobile. Anche i paragoni con PS4 per noi sono un errore. Essere una console casalinga con il supporto terzeparti non necessariamente vuole significare avere giochi multipiattaforma, anzi per noi sembra più che evidente la volontà di Nintendo nel volersi procurare una fetta di utenza tra chi è già in possesso di PC gaming o console Sony e Microsoft, senza però fare una vera concorrenza ma proponendo giochi è tipologie di gameplay differenti ed innovativi. Quindi console da affiancare? Sicuramente! Ma come per qualsiasi videogiocatore di ampie vedute che non ama le restrizioni, non si può essere limitati ad una sola piattaforma videoludica.

Ma Nintendo Switch vale i 330€ proposti in Italia? Assolutamente Si! La console è composta da ottimi materiali, un hardware top per il mondo mobile, strutturata per durare e per essere vissuta. The Legend of Zelda: Breath of the Wild attualmente è l’unica “killer application” ma scusate se è poco! Con un gioco dal voto 10/10 ottenuto su testate giornalistiche di rilievo internazionale, almeno per una volta la domanda: un gioco vale l’acquisto della console? Presenta senza dubbi la risposta, si!

Poi ci sono ottimi presupposti per il futuro, parliamo di Nintendo e di quelle che poco tempo fa erano due line-up, console portatile e console casalinga, oggi unificate in un solo prodotto, quindi si suppone l’arrivo di più giochi mantenendo comunque elevata la qualità che contraddistingue Nintendo da sempre. Tra i presupposti c’è anche la possibilità che la console in futuro possa implementare le caratteristiche multimediali alla base dei processori Nvidia Tegra, ci riferiamo alla riproduzione di video H265VP9, Netflix e Amazon Prime in HDR.

L’ultima console Nintendo molto probabile non sarà adatta a tutti, non è sicuramente pensata per chi si aspetta una PS4 a forma di tablet o peggio ancora per gli estimatori del dettaglio tecnico, che prediligono risoluzione e texture. Switch a differenza di Wii U nasce sotto una buona stella, perde il secondo schermo ma esalta e migliora quello che era il concetto dell’Off-TV e tutto quello di buono che si voleva esprimere con la precedente console.

Design brillante, concetto di portabilità affascinante, la console c’è, si fa notare e fa parlare di se. Riteniamo che le potenzialità per far conoscere ulteriormente la tanto esaltata Nintendo difference ci siano tutte, ora non resta altro che concretizzare con una line-up di valore e con un comparto online ben strutturato.

-19%
Nintendo Switch - Blu/Rosso Neon [ed. 2017]
Schermo da 6,2 pollici di tipo capacitivo multi-touch; Processore NVIDIA Tegra; Memoria di sistema: 32 GB (circa 6,2 GB sono riservati ai dati del sistema operativo)
329,99 EUR −19% 267,68 EUR
Nintendo Switch Joy-Con, Grigio [ed. 2017]
Schermo da 6,2 pollici di tipo capacitivo multi-touch; Sebbene l'immagine non appaia nella scatola, il cliente può comunque scaricare Fortnite
274,64 EUR
-21%
Nintendo Switch: Pro Controller, Nero
Sistema "HD rumble" integrato; Cavo USB "tipo-C" incluso
75,00 EUR −21% 59,24 EUR
-14%
Nintendo Switch: Custodia e pellicola protettiva
Custodia protettiva con zip; Pellicola protettiva per touch screen
19,99 EUR −14% 17,10 EUR
-10%
The Legend of Zelda: Breath of the Wild - Nintendo Switch
Un mondo completamente open-world che potrai esplorare liberamente
69,99 EUR −10% 63,00 EUR
-8%
1-2-Switch - Nintendo Switch
49,99 EUR −8% 45,99 EUR

Ultimo aggiornamento: 2020-09-03 at 19:30

Nintendo Switch – Recensione
Nintendo Switch è la console di nuova generazione. Non classifichiamo generazione come performance hardware ma come innovazione, Nintendo è riuscita per l'ennesima volta nel superarsi, realizzando un prodotto che prima non c'era ma che allo stesso tempo non stravolge le carte in tavola, lasciando possibilità di scelta all'utente se mantenere il concetto classico di console casalinga o se usufruire della portabilità o di tutte le nuove funzionalità.
PRO
CONTRO
9
Amministratore, Caporedattore, PR, Grafico